lunedì 8 ottobre 2012

Il demarketing degli albergatori


- Buongiorno, ci hanno regalato un cofanetto smartbox per un weekend benessere che include pernottamento, colazione, spa e trattamenti.
Vorrei prenotare per metà novembre.
- Certo, abbiamo buone disponibilità. Può accedere alla nostra spa per DUE ORE.
A che ora preferisce ACCEDERE alla spa?
- DUE ORE?
- Certo. Possiamo fare 14-16 oppure 16-1...
- Ma secondo lei, io mi sparo 300 km e un pernottamento per stare nella sua spa DUE ORE? 
E dove è il relax se devo pianificare un mese e mezzo prima a che ora mi andrà di farmi la sauna?
- Ma sa, noi nel weekend siamo pieni comunque, quindi così garantiamo ai NOSTRI ospiti il massimo della tranquillità. Comunque se non le va bene può sempre prenotare presso un'altra struttura!

1. Certo che prenoto in un'altra struttura, idiota. Così i TUOI ospiti saranno più tranquilli.
2. Cosa ti fa pensare che per la tranquillità dei TUOI ospiti io accetti di comprimere il mio weekend benessere in due ore?
3. Se sei già piena, per quale caspita di motivo hai fatto inserire la tua struttura in SmartBox?

Siamo in piena crisi.
Hotel, negozi e attività soffrono o chiudono.
E quelli che restano aperti hanno la supponenza di pensare che sia il cliente a 
doversi adattare alle loro esigenze...

3 commenti:

mammapiky ha detto...

Più passa il tempo e più mi convinco che su questa crisi molti ci "marciano", segno inequivolcabile, che tanta voglia di ricominciare non c'è.

Ronald Koeman ha detto...

I cofanetti fanno guadagnare solo chi intermedia quindi i clienti che arrivano con coupon, box e voucher simili sono visti dagli albergatori orientati al prodotto come una sorta di ospite di serie b. Ovviamente è un errore visto che non possono esistere clienti normali "i miei ospiti" e clienti da trattare peggio "i clienti di smartbox". Secondo me bisogna aderire a queste proposte solo se si è consapevoli che si tratta di un'operazione promozionale e non commerciale. Essendo molto costosa va pensata bene e messa a budget con cura evitando cadute di stile come è accaduto nell'esempio.

Sandra c'era una volta Ilaria ha detto...

Mi capita di ricevere queste smart regalo box. Di solito degustazione: la prima volta andò benissimo, scelta rapida, bel posto, trattati benissim tanto che ci siamo tornati ancora. La seconda un macello: il primo locale scelto "ah non non aderiamo più" E ALLORA FATTI TOGLIERE DALL'ELENCO!! il secondo "se pensate di venire qua ad abbuffarvi vi sbagliate" OKKEI NON VENGO PROPRIO! il terzo un po' di patteggiamento per l'orario (mi stavano di nuovo girando ma al terzo volevo concludere) ma poi è andata molto bene, bel posto, gentilissimi. Abbraccione