domenica 18 marzo 2012

Di progetti matrimoniali ed altre ambizioni

Tina:- Ale, cofa è Nina?
Ale:- Nina è la mia fidanzata.
Tina:- Cofa è una fidansata?
Ale:- Vuol dire che quando saremo grandi forse ci sposeremo.
Tina:- Ante io mi fpoferò, quando fono glande.
Pamen: Con chi?
Tina:- Con Ale!
Ale:- Ma Tina, non possiamo sposarci, noi siamo fratelli!
Tina:- Allola mi fpofelò un plinsipe. Quando tu salai diventato un plinsipe noi si sposelemo.

Evitare i giocattoli rosa.
Evitare gli stereotipi di genere ("non fare la femminuccia").
Evitare i giochi di genere (= ferro da stiro rosa, aspirapolvere, ecc.)
Evitare  cartoni e libri con smelense principesse, soprattutto se rimbambite e/o addormentate.
Tutto inutile.

La mia bambina femmina si vanta tutta se per caso è vestita di rosa o indossa una gonna.
Adora le mollette.
Adora le scarpe (come non capirla).
Adora i pennelli per il trucco (miei).
Adora le mie tollane.
Adora nutrire e accudire trenini, ruspe, persino i personaggi di Super Mario.
Adora pulire in giro (mai quanto sporcare, invero).
E non vuole fare il magistrato, il pompiere, l'astronauta, il ministro, il dottore, la maestra.
No. 
Lei vuole sposale il plinsipe. 
Come no. Ognuno ha le sue ambizioni.

Non devo concentrare solo sul maschio le aspettative
che desideri fare qualcosa di interessante nella vita, vero?
Come dite? Ah....non devo avere aspettative su cosa faranno perché tanto aranno quello che ne hanno voglia.
Va bene.
D'altra parte i miei genitori non mi hanno mai incoraggiato a manifestare...
e guardate come è finita.


2 commenti:

Cento per cento Mamma ha detto...

Come ti capisco! Ho avuto un tracollo davanti al disegno di mia figlia "da grande voglio fare LA MAMMA".

Marusk.. ha detto...

Purtroppo non ci si può fare nulla contro gli stereotipi, sono infissi nella memoria dai tempi dei tempi, siamo sempre state il gentil sesso e lo saremo sempre, nonper questo il più debole, solo gentile..
Ho per amiche due fantastiche bambine che hanno 7 e 9 anni, quella di sette è un maschiaccio, ma guai a togliergli la gonna...
Io, ricordo che sognavo di sposare i miei cani..già avevo un legame disinvolto verso le persone, poi sognavo di avere un ristorante e nell'età adolescenziale ero diventata cupa e ascoltavo solo i Goblin e adoravo Dario Argento ed ora, scrivo poesie, aiuto a salvare le persone, l'ambiente, naturalemente nel mio piccolo e ricordando ciò che sono stata rido, anzi sorrido al pensiero di come e quante volte mutiamo noi stessi nell'arco di una vita..e non è ancora finita..