venerdì 5 agosto 2011

Lasciate che i pargoli...

Let me take you far away,
you'd like a holiday... (Scorpions)


Quando la tua giornata è scandita da un numero spropositato di pasti, ma hai sempre fame.

Quando le urla dei bambini ti accompagnano sostanzialmente 24 ore al giorno, con delle punte inarrivabili di inquinamento acustico nelle sale comuni.

Quando il vicino di ombrellone ti guarda e dice "Voi siete qui GIA' da due settimane, eh? Si vede...".

Quando il tranquillo padre di famiglia ti confessa candidamente che "il terzo figlio? E' capitato. Certo non sarebbe capitato se fossi venuto prima in questo hotel, perché questo hotel è il migliore ANTICONCEZIONALE del mondo". 

Quando la figlia duenne, intenta a sceneggiare i suoi giochi Nemo e Marlin sbotta severa dicendo 
"Non ne poffo più!".

Quando il rispettabile professionista, aiutando a spingere i bimbi su Albertone il dragone
si lascia scappare "Aò! 'mo li spingiamo tutti oltre gli scogli e poi levamo pure er tappo!" 
(risatine nervose degli astanti).

...capisci che:

1. la vacanza non è stata esattamente come la sognavi. E comunque, è agli sgoccioli.
2. gli hotel per bambini sono posti altamente diseducativi e pure un po' tossici.

Non si finisce mai di imparare!

2 commenti:

Mammabradipo ha detto...

Ahahah! per questo noi andiamo in campeggio e diffidiamo dei miniclub!!! In vacanza i nostri figli li mettiamo subito sotto a fare km per arrivare ai bagni, per lavare i piatti etc...sia mai che tra qualche anno schifino l'idea di venire in vacanza con noi e riusciamo a farci una vacanza vera (stavolta non in campeggio magari...) ;)

Stefania ha detto...

Pat, devi provare assolutamente un family hotel in Alto Adige dove vado spesso. Un altro pianeta.
Ti manderò il link del loro sito.
Forza e coraggio, ti abbraccio!!