domenica 26 dicembre 2010

Benedizioni e vacanze di Natale

I figli sono una benedizione.
Ma anche la più grande fortuna quando ce l'hai sotto il naso (o al polpaccio) 24 ore al giorno, la apprezzi un pelino di meno.

Ed è proprio per questo che domani mattina mi sacrificherò per svegliarmi presto e portare:
-1.  la nana piccola al suo fantastico e costosissimo nido privato che non fa mai vacanze, dove potrà giocare con i suoi simili e ritemprarsi dal troppo mangiare con la mensa nutrizionalmente bilanciata e approvata dalla ASL.
-2. il nano grande nel fantastico parco giochi dell'IKEA, dove potrà stare tra le palle della piscina con le palle, o anche tra le palle delle apposite educatrici svedesi, ritemprandosi dai troppo videogiochi con un pò di sano scalmanarsi indoor. Al termine del quale sarò lieta di offrirgli un lauto pasto a base di pasta al pomodoro bio (1.99€) e polpette svedesi.

Nel frattempo mi diletterò nell'acquisto di indispensabili suppellettili per la casa di comprovata qualità svedese, insieme a due fantastiche amiche.

Questa strategia mi permetterà di ritemprarmi dalla troppa benedizione, considerando che alla fine delle vacanze mancano ancora 14 benedettissimi giorni.

3 commenti:

Mammabradipo ha detto...

Ecco uno degli svantaggi di abitare in Trentino...non abbiamo l'IKEAAAAAA!!!!! ;)

Chiara ha detto...

Che madre snaturata!!!!
Io che invece sono una bravissima mamma... ho un bimbo dai nonni (tutta la settimana!!!!!) e l'altra al nido (comunale, aperto lo stesso). Benedette vacanze...

Calendamaia ha detto...

i commenti delle mamme sono tutti uguali :))) la mia appena si affaccia al nido si ammala, porca trottola!!!
tanti auguri di buone feste e buon anno nuovo :>